soft skills header

Soft skill: 3 step per definirle ed inviduarle

I professionisti del mondo delle risorse umane, soprattutto coloro che si occupano quotidianamente di ricerca e selezione, si trovano costantemente davanti alla necessità di dovere valutare in modo rapido ed efficiente le soft skills dei candidati. I talenti con i quali si interfacciano posseggono aspetti caratteriali, comportamentali e della personalità molto differenti tra loro ed il più delle volte non c’è un “giusto” o “sbagliato” ma un più o meno adeguato sulla base di alcune variabili. 

Vediamo meglio nel dettaglio.

Che cosa sono le soft skill?

Prima di parlare di come individuare le soft skill e come valutarle in un candidato chiariamo cosa sono soft skill: competenze relative al comportamento, alla personalità e alle capacità cognitive e nella maggior parte dei casi sono particolarmente difficili da individuare e valutare. Solitamente sono quegli aspetti della personalità che permettono alle persone di portare il proprio valore aggiunto in un team: il lato umano va molto oltre le sole competenze tecniche.

Ci sono diversi modi per individuare e valutare al meglio queste sfaccettature della personalità ma alcune domande sono sicuramente più pertinenti di altre. È quindi essenziale capire quali soft skill siano più importanti e identificarne diverse per ogni posizione ricercata: ogni ruolo, infatti, richiede caratteristiche specifiche. Porre le giuste domande durante i colloqui vi permetterà di trovare le persone più in linea per la ricerca.

Le soft skill sono sempre più ricercate al momento dell’assunzione, poiché permettono di verificare:

  • La capacità di integrazione;
  • La realizzazione professionale;
  • Le potenziali performance della persona.

Di seguito un'illustrazione che mostra la differenza tra soft ed hard skill.

Iceberg soft skill

Individuare le soft skill non è però affatto semplice!
Per questo motivo abbiamo messo insieme le domande più efficaci per partire con il piede giusto.
Clicca qui per scaricarla.

I 3 step per individuare le soft skill da valutare

Come dicevamo, per ogni ricerca è importante definire le caratteristiche soft del candidato ideale sulla base dell’azienda, il team, il ruolo che andrà a rivestire.

Prima di definire quali domande fare in fase di colloquio, suggeriamo di chiarire cosa cercate nel vostro candidato ideale riunendo il team ed il manager con i quali la risorsa andrà a lavorare: in questo modo, potrai individuare meglio le caratteristiche ricercate.

Questa prima fase di definizione delle soft skill può essere dispendiosa in termini di tempo, ma risulta fondamentale per capire quali siano le caratteristiche che più vi stanno a cuore e che definiscono l’essenza più profonda della vostra azienda.Soft skills ITA

#1 Individua le soft skill importanti per l’azienda e l’attività svolta

In questo caso si parla delle soft skill più affini alla cultura dell’azienda, ai suoi valori, all’organizzazione, all’interazione con i clienti...tutte le competenze che permettono al collaboratore di sviluppare un sentimento di appartenenza.

Per individuarle suggeriamo di analizzare i comportamenti da valorizzare e le qualità delle persone che hanno successo. Consigliamo di svolgere questo esercizio più volte e con diversi collaboratori, valutando i risultati e definendo una lista di soft skill corrispondenti.

Un esempio di soft skill legata all’azienda - attitudine al cambiamento: il candidato non è reticente ai cambiamenti ma li sa accogliere (cambiamenti legati all’organizzazione, al metodo, al team...), è capace di abituarsi rapidamente alle novità, dà impulso al cambiamento.

#2 Individua le soft skill importanti per il team

Adesso ci riferiamo alle soft skill necessarie per integrarsi nel team esistente, sapersi intendere con il manager, con i colleghi e migliorare la performance globale del team. Attenzione: queste sono le soft skill più soggette a cambiamenti perché dipendono dagli attuali componenti del team.team-1

Per individuarle è importante valutare il management, analizzare le personalità dei collaboratori e se si reputa necessario coinvolgere un assessment ceter.

Un esempio di soft skill legata al team – affermazione di sé: il candidato si integra nel team, fa ascoltare le proprie idee, assume la guida di progetti, è credibile, ha legittimità.

#3 Individua le soft skill importanti per il ruolo specifico

Per ultime, ma non per importanza, è importante individuare ed avere ben chiare le soft skill che il candidato ideale dovrà possedere e che sono prettamente legate allo specifico ruolo della risorsa in azienda e che dovrebbero essere coltivate dal manager.

Una modalità rapida per individuarle è quella di valutare i top performer e individuare i fattori chiave del successo per svolgere con successo le proprie attività. Anche in questo caso, se si reputa necessario, può essere utile collaborare con un assessment ceter.

Un esempio di soft skill legata al ruolo – competitività: spirito di competizione e attitudine “vincente”, ama superarsi, non ha paura di rischiare, paura del fallimento.

 

👉 Clicca qui per scaricare la lista completa delle domande da porre per individuare le soft skill che stai cercando nei tuoi candidati!

Pubblicato da Gabriella Di Gangi
il 10 giugno 2020

Categoria
soft skills, Articoli

Seguitemi su :

Commenta per primo

La tua email non sarà pubblicata. I campi indicati con * sono obbligatori

Non perderti le ultime novità del mondo delle risorse umane.

I nostri ultimi articoli

I nostri contenuti HR

Individuare le soft skills durante il processo di selezione
Valutare i KPI del processo di selezione e recruiting
Il video-colloquio nel recruitment