La digitalizzazione degli assessment

Oltre ad essere parte integrante dei processi di selezione, la valutazione dei talenti è essenziale per determinare quale fra i candidati sia il più compatibile con la posizione offerta. Quindi, come poter digitalizzare questa fase così delicata?

#1. Valutazione dei candidati, un processo essenziale nelle HR

Il capitale umano è la risorsa più importante di cui dispone un'azienda. La crescita, infatti, si basa sulla capacità di attrarre, trattenere e sviluppare talenti.

Un processo di selezione di successo (esterno o interno) richiede abilità nel saper abbinare le competenze di un candidato alla posizione professionale, con precisione e al momento giusto.

Tuttavia, secondo il rapporto annuale di Deloitte HCM Trends, il 90% delle aziende presenta lacune in materia di competenze, e il 67% di esse ha difficoltà nel reperire le professionalità necessarie.

Dunque, come facilitare questo processo?

#2. Tipologie di test in base alle competenze da valutare

In generale, vengono valutate tre tipologie di competenze:

  • Competenze tecniche: sempre indicate sul CV, sono valorizzate dalla formazione e dall’esperienza ma vengono spesso confermate e valutate con l'ausilio di test tecnici quali domande a risposta multipla o business case.
  • Competenze comportamentali o sociali: non facilmente identificabili su un CV, possono essere valutate solo tramite interazione con il candidato, durante un video-colloquio o in un colloquio in presenza. Abbiamo scritto un articolo in cui identifichiamo 3 step per definire ed individuare le soft skill.
  • Compatibilità con la cultura aziendale: il CV può dare qualche indizio al riguardo, ma la cosa migliore è determinare con i team se il candidato condivide gli stessi valori e se potrà integrarsi al meglio con il proprio manager e i collaboratori.

soft hard skill

👉 Clicca qui per scaricare la lista completa delle domande da porre per individuare le soft skill che stai cercando nei tuoi candidati!

Le prove di valutazione possono essere eseguite con l’ausilio di provider esterni, scegliendo test per categorie. In alcuni casi vengono svolte in centri specializzati o in sessioni di gruppo direttamente in azienda, come avviene ad esempio per i test linguistici.

Per quanto riguarda il business case, solitamente viene eseguito dopo un primo colloquio presso le sedi aziendali o da remoto, ma in quest’ultimo caso è più complicato gestire il tempo a disposizione per il suo completamento.

#3. Perché ripensare la valutazione dei talenti?

È necessario ripensare l’esperienza di candidati e recruiter per evitare che i test risultino troppo lunghi, costosi e, soprattutto, obsoleti.assessment digitale

Abbandonare la carta a favore del digitale (nel contesto di una selezione, beninteso) permette anche di rispondere a due grandi problematiche: l'invito dei candidati e l'analisi dei risultati, in molti casi ancora svolta manualmente.

La digitalizzazione consente di avere test armonizzati ed equità nelle valutazioni. Inoltre, con l’attuale crisi sanitaria, è essenziale poter evitare ai candidati spostamenti per test e colloqui: la tecnologia digitale automatizza i processi e ottimizza l'esperienza del candidato.

assessment digitale

👉 Durante questo webinar affrontiamo le tematiche dell'assessment digitale. Iscriviti o guarda il replay!

#Digital Recruiting #Skills Assessment

Altri articoli

motif_easyrecrue
C'era una volta il recruiting ed i kpi...

No, non è l’inizio di una barzelletta. Ma quello di una ‘storia’...


#Digital Recruiting #recruitment kpi

Leggi di più >
Come misurare il successo nel recruitment con i giusti KPI

Come ogni fine anno, per i recruiter è arrivato il momento di fare...


#Digital Recruiting #recruitment kpi

Leggi di più >